I giorni della merla

I giorni della merla

Secondo un’antica tradizione del nord e del centro Italia, i giorni più freddi dell’anno sono il 29, 30 e 31 gennaio, e vengono chiamati i giorni della merla.
 

Ma da dove nasce questo curioso appellativo? Leggi per scoprire di più!

Secondo un’antica tradizione del nord e del centro Italia, i giorni più freddi dell’anno sono il 29, 30 e 31 gennaio, e vengono chiamati i giorni della merla.

Ma da dove nasce questo curioso appellativo?

Le spiegazioni che si trovano a riguardo sono fra le più disparate e cambiano completamente passando da una regione all’altra. Noi vi proponiamo le due leggende più famose.

La prima racconta di un merlo e una merla che per proteggere i  loro figlioletti dal freddo pungente dell’inverno si ripararono dentro un comignolo e ci restarono per tre giorni. Poiché le loro piume erano completamente bianche, a contatto con il fumo del camino divennero per sempre nere e dal quel giorno tutti i merli nascono di quel colore.

La seconda, un po’ meno favoleggiante, parla di un grande cannone soprannominato “la Merla”, che doveva essere trasportato oltre il Po. Dato che non era possibile farlo passare sopra un ponte, si dovette aspettare che il fiume si gelasse e questo avvenne durante gli ultimi tre giorni di gennaio.

 

Dunque, morale della favola, quando ci sono i giorni della merla conviene rifugiarsi nel tepore delle mura domestiche e riscaldarsi, oltre che con le coperte, anche con bevande e cibi molto caldi.

Per chi fosse particolarmente freddoloso proponiamo un piatto delizioso e soprattutto caldo, anzi bollente! Il famoso Pollo alla Diavola.

Molti non lo sanno ma il peperoncino, ingrediente madre di questa ricetta, contiene la capsacina, un composto che favorisce la termogenesi, ovvero quel processo chimico che ti fa dire: “Mamma mia, sto morendo di caldo!”.

 

Come si fa il Pollo alla Diavola

 

Ingredienti:

 

.1 pollo di circa 1 kg

.2 cucchiai di peperoncino in polvere

.4 cucchiai di olio extravergine di oliva

. Sale

.Aromi

 

Preparazione:

Lavate il pollo sotto l’acqua fredda per eliminare le impurità e le piume residue. Tagliatelo poi lungo lo sterno fino a che non sarà completamente aperto. Una volta fatto questo, disponete la parte aperta verso il basso e appiattitelo usando, se possibile, un batticarne.
Massaggiate il pollo con il sale fino e poi con due cucchiai di olio d’oliva insaporiti dal peperoncino in polvere e dagli aromi (consigliamo quelli classici per l’arrosto).

Versate il restante olio d’oliva in una padella antiaderente e posizionate il pollo con la parte aperta rivolta sempre verso il basso.

Coprite il pollo con un coperchio e assicuratevi, anche mettendo un peso sopra, che sia sempre ben a contatto con la padella durante tutta la cottura.

Cuocete per 5 minuti a fuoco vivo fino a che non comparirà la doratura. Adesso girate il pollo dall’altra parte e ripetete l’operazione per 4-5 volte.

Dopo 50-60 minuti il vostro Pollo alla Diavola sarà pronto per essere servito e una volta assaggiato, siamo sicuri che non riuscirete ad aspettare nuovamente i giorni della merla per gustarvi ancora una volta un piatto così squisito.


Accedi a Selex
Per votare o lasciare una recensione devi essere registrato

Non sei registrato?

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Se continui la navigazione accetti di utilizzarli. Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Cliccando sul bottone "ok" qui di seguito, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.