Altre ricette
Rossi o bianchi, comunque intensi

Rossi o bianchi, comunque intensi

Quello tra vino e carne e un matrimonio perfetto: il vino esalta il gusto della carne, attenuandone al contempo l'eventuale grassezza, mentre la carne attenua la forza dei vini piu

ABBINARE NON E COSI SEMPLICE

Innanzitutto i tipi di carne che possiamo usare sono numerosissimi. Altrettanto varie sono le tipologie utilizzabili di vini, rossi in primis, sia fermi che mossi o frizzanti. Infine, i modi di cottura, la loro durata, i condimenti usati, possono influenzare in modo rilevante le percezioni che si possono avvertire durante la degustazione e di conseguenza influenzare la scelta dei vini in abbinamento.   

 

CARNI BIANCHE

 

Con le carni bianche quali vitello e pollame, e possibile abbinare vini bianchi di buona struttura e maturita oppure vini rossi giovani, come il Grignolino. Con un vitello tonnato,che presenta in aggiunta le sensazioni di grassezza e tendenza dolce date dalla maionese e dal tonno, il vino in abbinamento dovra incrementarne la struttura, il bouquet e la sapidita, per esempio un bianco di buona struttura come il Lugana. Con grigliata di carni bianche (pollo, tacchino, coniglio), condita con olio e prezzemolo, meglio un bianco di struttura, come un Tocai o un Sauvignon friulano oppure un rosato come un Chiaretto del Garda o un Cerasuolo Montepulciano d'Abruzzo. Ci spostiamo sempre piu verso i vini rossi con il pollame nobile, come anatre, piccioni, faraone, dove e consigliabile abbinare vini rossi, anche d'annata, ma con un buon bouquet, come una Barbera d'Asti o un Dolcetto.   

 

CARNI ROSSE

Carni rosse alla brace, soprattutto se costate o fiorentine, esigono grandi vini come il Brunello di Montalcino, il Chianti Classico e il Vino Nobile di Montepulciano. Con carni d'agnello alla brace, come scottadito o braciole, ottimo e il Cannonau di Sardegna, ma anche un Primitivo di Manduria, un Aglianico del Vulture e il Taurasi. L'utilizzo di un vino nella preparazione del piatto (stracotti e brasati) impone che lo stesso venga utilizzato anche per l'abbinamento, cosi uno stracotto all'Amarone, vuole il suo vino a tavola. Man mano che ci si avventura in ricette che prevedono tagli di carne nobile e una lunga cottura, aumenta la richiesta di vini rossi di grande struttura anche lungamente invecchiati.  

 

MAIALE

 

Anche con la carne di maiale sarebbe meglio scegliere dei vini rossi: per la grigliata di braciole, salamine e costine, dove l'untuosita del piatto diventa percettibile, ci si puo fare aiutare dal tannino di un vino di maggiore struttura, come un Chianti o un Montepulciano. Delizioso l'abbinamento con vini rossi frizzanti come una Barbera del Monferrato o un Gutturnio dei Colli piacentini. Stessi vini o Lambruschi sia di Modena, che reggiani o mantovani, per i bolliti misti, per cui sono concessi, per chi non ama le bollicine rosse, anche vini a base di Nebbiolo, novaresi come Gattinara o Ghemme. Con arrosti o umidi di carne suina, il vino cambia. Meglio scegliere qualcosa di piu strutturato e alcolico come un buon Sangiovese di Romagna o un Morellino di Scansano, piu adatti alla presenza di fondi e intingoli di cottura molto grassi e saporiti.

 

CARNE CRUDA E SELVAGGINA

 

La carne cruda, come il carpaccio, per esempio, condita con olio extravergine e scaglie di grana e aggiungendo,a seconda dei gusti, della rucola o dei funghi, vuole un vino bianco, giovane, profumato come un Cortese o un Riesling del Garda. Per fagiani, pernici o germani ci vogliono vini rossi intensi, ma non per forza di elevata gradazione, come un Refosco dal Peduncolo rosso del Friuli o un Pinot nero dell'Oltrepo Pavese; mentre per lepre, capriolo o camoscio, cucinati in salmi o in umido con la polenta ideali il grandi rossi della Valtellina come l'Inferno o il Sassella e i nobili rossi delle Langhe,come Barolo e Barbaresco.

 

PIATTI ETNICI

 

L'utilizzo di spezie nella cottura, come per esempio il curry nel pollo o nell'agnello, fornisce un'aggiunta che rende il piatto speziato e piccante. in questi casi meglio un vino bianco, di grande struttura con bouquet intenso e persistente come un Pinot grigio o un Müller Thurgau dell'Alto Adige. Con piatti a base di carne ricchi di aromi come il kebab, l'anatra alla pechinese o un cous cous di agnello, meglio un vino divertente e frizzante come la Bonarda dell'Oltrepo Pavese.

 

 

 


Accedi a Selex
Per votare o lasciare una recensione devi essere registrato

Non sei registrato?

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Se continui la navigazione accetti di utilizzarli. Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Cliccando sul bottone "ok" qui di seguito, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.